Bilancio 2016

Film di qualità, documentari, incontri e sempre nuove proposte

Aumenti a due cifre per la stagione del Supercinema di Santarcangelo

Biglietti a +16,3% nel 2016, +25,7% nei primi due mesi del 2017


L’associazione Dogville: “Merito di una attenta programmazione e delle collaborazioni con diverse realtà del territorio”

Il sindaco Alice Parma: “Esempio di partnership pubblico-privata che ha dato i suoi frutti”


Quasi quattrocento film programmati, adesione a quattro rassegne in collaborazione con Cineteca di Bologna e Fice Emilia-Romagna (Cinema RestauratoAccadde DomaniDoc in tourRiusciranno i nostri eroi), nonché a diverse iniziative promozionali (Younger card della Regione Emilia Romagna, Stardust®Pass, Cinema2day del Mibact). Un progetto innovativo come Supercinemamme, e la collaborazione con il gruppo E.T Rimini per il progetto crescere informati, finalizzato a sensibilizzare i giovani contro ogni forma di bullismo e dipendenze giovanili. E poi corsi di fotografia, cinema e psicoanalisi, spettacoli teatrali. Infine, la partecipazione al Bando cinema 2016 per la digitalizzazione della Sala Wender, mentre anche per il 2017 il Supercinema ha potuto vantarsi dei premi del Progetto Cinema Di Qualità (promosso da Agis/Fice) e del Premio D’essai oltre che della qualifica di sala d’essai assegnati dal Mibact.

E’ un bilancio in positivo sia sul piano dei numeri che dei contenuti quello del Supercinema di Santarcangelo di Romagna, per l’anno 2016. Una annualità in cui la gestione dell’associazione Dogville ha portato ad un aumento degli ingressi e degli incassi rispettivamente del 16,3% e 14,15% rispetto all’anno precedente.

Complessivamente sono stati 171 i film proposti (per un totale di 489 proiezioni, con titoli sia per adulti che per ragazzi) in nove mesi di apertura (gennaio-giugno e ottobre-dicembre): 99 nella sala Antonioni e 72 in sala Wenders. Gli ingressi in totale sono stati 17.963 contro i 15.446 del 2015 (+16,3%), per un incasso di oltre 89.000 euro. Un trend in positivo che continua dall’ottobre 2013, inizio della gestione Dogville, e che si conferma anche per i primi mesi del 2017: +25,7% di ingressi nelle due sale nei mesi di gennaio e febbraio.

L’attenzione da parte di un pubblico sempre più numeroso è confermata anche dai dati dei contatti sui principali social network (3700 mi piace al profilo Facebook, 365 follower su Instagram il cui profilo è stato aperto da poco) dove il Supercinema è presente con il proprio profilo continuamente aggiornato sulle novità e la programmazione. Sono oltre duemila le persone iscritte alla newsletter mentre il sito ha totalizzato circa 150.000 visite nell’ultimo anno. A quota 627invece i tesserati  all’associazione culturale Dogville.

Un successo che è merito anche delle collaborazioni avviate con associazioni e realtà culturali del territorio oltre che con l’amministrazione comunale di Santarcangelo di Romagna: Arboreto Teatro Dimora di Mondaino, Santarcangelo dei Teatri, Ora d’aria, Biblioteca Baldini di Santarcangelo.

Ma merito anche di una squadra di giovani collaboratori ormai rodata e di una attenta valutazione e scelta nella programmazione dei film – che ha puntato oltre che su prime e seconde visioni di qualità anche su una proposta legata al genere documentario – a cura del vice presidente di Dogville Roberto Naccari.

 

Il Supercinema di Santarcangelo con la Sala Wenders è stata una delle prime sale emiliano romagnole a specializzarsi sul documentario con un lavoro costante e attento alle novità. “Questa vocazione al documentario – sottolinea il presidente di Dogville Stefano Bisulli – ha portato in questi mesi ad una crescita del nostro pubblico. Si è trattato di una scelta che ha dato i suoi frutti come testimoniano i sold out e le repliche straordinarie dei film sul writer Banksy lo scorso anno, su David Lynch e su Lucio Dalla negli ultimi mesi”. “Per il futuro – continua Bisulli – proseguiremo su questa strada attenta alla qualità delle proposte e alle richieste di un pubblico che avvertiamo sempre più partecipativo”.

 

“I numeri parlano chiaro, il Supercinema cresce in modo costante e noi non possiamo che esserne soddisfatti” dichiara il sindaco di Santarcangelo di Romagna Alice Parma. “Un successo che nasce da una programmazione di qualità e da una gestione attenta a intercettare fondi per importanti opere di riqualificazione, come quelli ottenuti dalla Regione Emilia-Romagna per la digitalizzazione della sala Wenders. Se il Supercinema ha due sale digitali lo dobbiamo all’ottimo lavoro svolto in partnership tra associazione Dogville, fondazione Focus e Amministrazione comunale, ennesimo esempio di collaborazione di successo tra pubblico e privato. A distanza di quattro anni e con la convenzione appena rinnovata fino al 2021 – conclude il sindaco – la scelta di affidare la gestione del Supercinema con un bando pubblico si conferma dunque vincente su tutta la linea”.

Annunci

Prime visioni, film dai migliori festival, i grandi classici della Cineteca di Bologna, cinema italiano e doc sugli artisti e personaggi del XX e XXI secolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: